Perché Astaldi

Lavorare con noi significa contribuire
allo sviluppo dei Paesi in cui operiamo

Candidati

Entra nel mondo Astaldi

Da sempre crediamo che il valore dell'impresa risieda nel valore degli uomini che in essa operano, per questo motivo cerchiamo di promuovere persone dinamiche, competenti, ricche di talento, amanti delle sfide, orientate al risultato ed alla crescita professionale

CHI È ASTALDI

ASTALDI è un gruppo internazionale che opera nel settore delle costruzioni, con una marcata presenza e una posizione leader in Italia. Realizza grandi opere infrastrutturali e tecnologicamente complesse, principalmente come EPC Contractor, ma gestisce anche opere in concessione. Opera nei comparti delle Infrastrutture di Trasporto, Impianti di Produzione Energetica, Edilizia Civile e Industriale, Impiantistica e Operation & Maintenance. Grazie alle solide competenze tecniche maturate, Astaldi si colloca nelle classifiche mondiali al 3° posto nel comparto ponti, al 4° negli impianti di produzione energetica, al 13° nelle metropolitane e trasporti ferroviari di massa, 13° nell'edilizia sanitaria e al 15° nelle autostrade. Quotato nella Borsa di Milano dal 2002, dispone di un organico di oltre 10.500 dipendenti e realizza un fatturato superiore a €3 miliardi, con un portafoglio lavori di oltre €24 miliardi. 

IL PERSONALE ASTALDI

La suddivisione del personale Astaldi per tipologia e per area geografica è la seguente: 

TIPOLOGIA %
Personale in italia 11,3%
Personale italiano all'estero 3,9%
Personale localizzato 84,8%


Aree Geografiche %
Centro America 10,1%
Estremo Oriente e Turchia 5,2%
Europa 23,0%
Italia 11,3%
Maghreb 6,1%
Medio Oriente 0,2%
Nord America 20,4%
Sud America 23,7%

FORMAZIONE E CARRIERA IN ASTALDI

Generazioni di Valore. Il Gruppo Astaldi per i giovani.

Le persone sono la risorsa che fa la differenza. Con una forza lavoro composta da oltre 10.500 persone e in costante aumento, il Gruppo Astaldi ha scelto di sostenere lo sviluppo e la condivisione delle competenze attraverso iniziative che preparano i ruoli chiave di domani, sviluppandone creatività, cultura e professionalità.

Per questo Astaldi ha deciso di investire nei giovani, figure ad alto potenziale, neolaureati con il massimo dei voti in materie tecniche ed economiche, provenienti da tutto il mondo.

Una grande opportunità per i ragazzi e per Astaldi, che con la selezione e l’inserimento dei giovani manager assicura nuova linfa per la crescita del Gruppo, attraverso un programma strutturato e con project work realizzati con il supporto della Business School del Politecnico di Milano.

 

Sviluppo delle competenze sì, ma con Programmazione, Coerenza e Controllo

Sostenere e sviluppare le competenze personali, condividere i valori, allineare le strategie. Sono i segni distintivi di una realtà imprenditoriale che vuole crescere e che decide di sviluppare al proprio interno le competenze chiave dell’azienda. Per noi far crescere il Gruppo vuol dire essere orientati allo sviluppo dei dipendenti, per questo Astaldi ha deciso di istituire un’accademia di formazione interna: l’Astaldi Corporate Academy. Una macchina organizzativa che segue l’inserimento delle nuove figure e mantiene un continuo contatto col panorama scientifico di riferimento per essere sempre al passo con i tempi.

I programmi formativi, ispirati dai valori aziendali, sono allineati alle esigenze del piano industriale. Un’attenta programmazione per arrivare – dopo oltre 200.000 ore di formazione – a risultati tangibili.

l’Astaldi Corporate Academy ha un sistema verticale di trasmissione della conoscenza, che dai vertici discende fino alle basi dall’azienda, preservando la coerenza con gli obiettivi primari del Gruppo. L’Academy coniuga il sapere specialistico con la visione strategica e le tecniche manageriali, coinvolgendo le persone in un processo di formazione con metodi all’avanguardia, blended ed esperienziali: i metodi tradizionali d’aula sono arricchiti con l’analisi di casi reali, scenari evolutivi e best practices, condotti da speakers di rilievo nel contesto di riferimento (Senior Managers, Professionisti e Docenti Universitari, anche di fama internazionale).

Ma formazione e condivisione avrebbero meno valore senza un controllo degli obiettivi raggiunti. Per questo Astaldi si è dotata di un sistema di valutazione accurato, oggettivo e uniforme: un processo cardine per la realizzazione dei percorsi formativi e di carriera, la gestione della mobilità interna e il sistema di retribuzione variabile sia per i ruoli di line che per quelli di staff.

Il sistema di valutazione si articola in diverse fasi: la Direzione Risorse Umane e il Management di ogni funzione redigono il profilo atteso per ogni ruolo, dove sono indicate competenze le Tecnico-Professionali e quelle organizzative. Per ogni corsista viene poi compilata una scheda personalizzata, nella quale vengono segnalati i potenziali sviluppi professionali per ogni corsista. La valutazione si completa con il colloquio di feedback, un momento di sviluppo e confronto tra manager e impiegato.

L’Astaldi Corporate Academy viene gestita interamente online, attraverso il software gestionale HR. Ogni anno il processo coinvolge circa 1350 dipendenti tra impiegati, quadri e dirigenti (indipendentemente che siano risorse Italiane, Espatriate e Locali) distribuiti nei Paesi in cui è presente il Gruppo.

 

ULTERIORI BENEFIT

Astaldi, oltre ai piani di assistenza sanitaria e pensionistica, intraprende iniziative volte ad agevolare i propri dipendenti e le loro famiglie nell’acquisto o noleggio di beni e servizi di eccellenza.

A tal fine ogni anno stipula delle convenzioni con aziende leader nel settore dei servizi bancari, vendita e noleggio automobili, formazione linguistica, trasporti e cultura, consentendo loro di avere condizioni vantaggiose.

Il Gruppo Astaldi ha anche istituito borse di studio riservate ai figli dei dipendenti che si dimostrano meritevoli, quale incentivo allo studio e alla "costruzione" di percorsi di formazione di eccellenza.

 

POLITICHE REMUNERATIVE

La Società promuove una politica retributiva orientata all’equità interna tra i dipendenti; a fidelizzare le Risorse meritevoli; a riconoscere e valorizzare la professionalità e lo sviluppo dei talenti.

Nella definizione della politica retributiva, Astaldi tiene conto della Professionalità, di eventuali problematiche legate alla mobilità sul territorio richiesta alle risorse e del peso organizzativo delle differenti posizioni, con lo scopo di garantire coerenza interna ed esterna, rispetto al mercato di riferimento.

Annualmente Astaldi valuta la performance e la condotta dei propri dipendenti per decidere eventuali promozioni e aumenti retributivi del personale meritevole.

Un sistema premiante che si basa sul giusto equilibrio tra la valutazione del contributo dato al raggiungimento dei risultati aziendali e la performance individuale valutata dal Responsabile di riferimento.

Ogni anno, gli obiettivi aziendali vengono declinati sulle singole strutture produttive interessando in maniera diretta o indiretta tutti i profili professionali coinvolti, in proporzione all’impatto che ciascun profilo può avere sul risultato, ma esclusivamente se il Gruppo ha raggiunto gli obiettivi economico finanziari generali. 

INSERIMENTO PROFESSIONALE

Timing e articolazione del percorso

Il percorso di inserimento professionale nel mondo Astaldi segue linee guida dettate e costantemente allineate alle esigenze del Gruppo, che trovano espressione negli obiettivi di crescita e sviluppo del Piano Industriale.

Gli obiettivi prefissati prevedono l’individuazione e l’assunzione definitiva di circa 20 giovani all’anno tra i neo-laureati più promettenti del panorama universitario.

Learning by doing è la filosofia che abbiamo adottato per strutturare il percorso d’inserimento: due anni durante i quali fasi di formazione on-site presso Sedi e Cantieri esteri si alternano a brevi periodi di addestramento e formazione in aula, presso la sede centrale di Roma.

Il primo anno del percorso, grazie a un tutor dedicato, ha la funzione di avvicinare i neoassunti alle dinamiche e alle pratiche del Gruppo. Il periodo d’inquadramento - i primi mesi del percorso - si svolge nella sede centrale di Roma e ha lo scopo di far familiarizzare le nuove risorse con le procedure e la filosofia di lavoro del Gruppo. Successivamente, il percorso prevede una fase di immersione nel contesto di produzione con l’obiettivo di offrire una visione d’insieme il più possibile completa del funzionamento di una commessa e dei ruoli che la animano, permettendo ai neo-inseriti di orientarsi tra i possibili percorsi professionali all’interno del Gruppo.

Durante questo primo anno il tutor ha la responsabilità di formare il neo-inserito alle tecniche realizzative ed ai principali processi di gestione e controllo della fase costruttiva. L’attività formativa può avvenire direttamente, o tramite l’affiancamento con i responsabili delle diverse funzioni di progetto.

Il secondo anno del precorso prevede il trasferimento delle nuove risorse in una differente commessa, oppure un diverso Paese, dove proseguire la formazione all’interno di una funzione specialistica.

 

La Selezione, un processo in più fasi

A monte del percorso di inserimento professionale, il processo di selezione dei neo laureati si articola in 5 fasi che vanno dallo Scouting dei curricula fino alle Interviste individuali, passando per le fasi di Test psico attitudinale e Assesment Center che hanno lo scopo di individuare e far emergere i punti di forza individuali.